Questo sito web utilizza cookies tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza web e offrirti servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o per negare il consenso ai cookies clicca qui.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Autorizzo

Nonni-nipoti, un binomio di benessere

Nuovi dati e qualche suggerimento in occasione del mese dei Nonni

Li definiscono “cre-attivi”. E a buon diritto! Sono i nuovi nonni, così come ce li presenta la ricerca “Ritratto dei Nuovi Senior: generazioni a confronto” condotta dal Laboratorio TRIAL dell’Università Cattolica e da Osservatorio Senior, l’associazione culturale degli e per gli over 55 supportata da Yakult.

Nel progetto europeo Active Ageing Index, che si propone di misurare la potenzialità dei diversi Paesi nell’agevolare un invecchiamento attivo, l’Italia guadagna infatti un ottimo secondo posto per quanto riguarda la partecipazione sociale dei senior, che include attività di volontariato, partecipazione politica, cura dei più anziani e, particolarmente caro a noi italiani, il “lavoro” di nonno.

Una figura, quella del nonno, che – diversamente da quanto avveniva tradizionalmente – non è più legata al concetto di invecchiamento: è una percentuale minima, infatti, quella dei 65-74enni che dichiarano di cominciare a sentirsi anziani quando diventano nonni. Solo il 4% circa, ci dice la ricerca.

Una nuova esperienza di vita, quindi, che aggiunge attività e motivazione a questa fascia di età. Col risultato di un maggiore benessere psicologico, come confermato da studi epidemiologici anche recenti pubblicati su riviste scientifiche di prestigio.

Più che uno stato, quindi, quello del nonno oggi è un vero e proprio ruolo di cui il senior si sente investito, diventando ancor più concretamente un perno attorno al quale le diverse generazioni che convivono in una famiglia possono organizzare con sicurezza le proprie vite.

Ecco allora qualche suggerimento per rendere il lavoro del nonno ancor più gratificante e utile, per se stessi e per i nipoti – coprotagonisti di questo binomio di benessere:

– Raccontate ai vostri nipoti le storie di famiglia: dei loro genitori da ragazzi, di voi stessi o dei vostri avi. Accrescerete il loro senso di appartenenza alla famiglia e, al tempo stesso, li saprete incantare.

– Accettate di buon grado le nuove usanze che il mondo dei vostri nipoti, in continuo mutamento, porterà necessariamente nelle vostre case. Scegliete però le più significative tradizioni del passato e fatele convivere con esse: regalerete ai vostri nipoti un maggiore senso della storia e una maggiore sensibilità verso la cultura e la diversità

– Insegnate ai vostri nipoti delle abilità difficili da trovare nel loro mondo tecnologico. Sono preziose: non le potranno trovare da nessun’altra parte

– Lasciate che i vostri nipoti insegnino a voi nuove abilità, le loro

– Interessatevi genuinamente dei loro interessi: provate a giocare ai loro giochi, ad ascoltare la loro musica. E fate domande: ameranno farvi capire il loro entusiasmo

– Datevi tempo. Linguaggi, tecnologie, nuovi saperi: il loro è un mondo diverso e in perenne mutamento. Ma non lasciatevi spaventare: capirlo e apprezzarlo è solo questione di tempo. Non abbiate fretta quindi, e vi stupirete di quanto riuscirà a divertire anche voi!