1935

Shirota decise di introdurre il batterio che aveva scoperto in una bevanda di latte, facile da metabolizzare e da assumere. La chiamò Yakult. Questo nome deriva da “jahurto” che in esperanto significa yogurt. Ai tempi del dottor Shirota si credeva, infatti, che questo nuovo idioma potesse diventare la lingua internazionale diffusa tra tutti i popoli. La scelta di questo nome, scritto fin da subito in lettere occidentali, dimostra l’approccio cosmopolita e profondamente all’avanguardia del padre di Yakult, che nella sua visione desiderava che il prodotto fosse diffuso in tutto il mondo. La prima bottiglia di Yakult era in vetro e aveva una forma allungata.

 

Torna indietro