Questo sito web utilizza cookies tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza web e offrirti servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o per negare il consenso ai cookies clicca qui.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Autorizzo

Dal Cenone alla palestra: “da quest’anno mi muoverò di più”

Li leggiamo sulla bilancia e li sentiamo sotto il bottone dei jeans: sono quel paio di chili che le Feste ci hanno regalato, e che ora ci fanno precipitare in palestra.

Anche quest’anno infatti il classico picco di iscrizioni post-Feste non si è fatto attendere; ma cosa scegliere in palestra per smaltire il ricordo del Cenone sul giro-vita?

Per andare diritti allo scopo, dobbiamo innanzitutto tenere ben presente quale sia l’obiettivo, ed è bene che sia solo uno alla volta.

La palestra non è una bacchetta magica: se vogliamo troppe cose tutte insieme, il rischio di rimanere delusi è veramente dietro l’angolo.

Lasciamo quindi il tricipite scolpito per un’altra parte dell’anno, e concentriamoci ora sulla priorità del momento: perdere il grasso accumulato.

Anche sul “quanto”, diamoci un obiettivo realistico: ad arrivare al peso forma ci penseremo magari anche solo dal mese prossimo, ma per ora concentriamoci sul tornare al peso pre-natalizio.

E per “stimolarci” a perseguire il nostro buon proposito e ad evitare di cadere nella confortevole tentazione della pigrizia, siamo seri con noi stessi e fissiamo un tempo in cui riuscirci – ma che sia ragionevole!

Il nostro vago “mi muoverò di più” è già diventato “entro un mese a partire da oggi mi sarò disfato di quei due chili di massa grassa accumulati nelle Ferie”: è tutto molto più reale; siamo sulla strada giusta!

Naturalmente dobbiamo innanzitutto fare un pensiero sull’alimentazione: non possiamo affidare il nostro nuovo obiettivo solo all’attività fisica!

Stabilita una strategia alimentare adeguata, è arrivato ora il momento di scegliere tra le proposte della nostra palestra.

Come orientarci?

Cercheremo in primo luogo tra le attività di tipo aerobico, da privilegiare in questa fase – pur senza dimenticare del tutto le attività di potenza – in quanto da tempo note per essere particolarmente adatte a “bruciare i grassi”.

E a questo proposito c’è una buona notizia: per bruciarli meglio, l’intensità dello sforzo deve essere bassa-moderata – non sono richieste prestazioni olimpiche!

D’altra parte attenzione a non esagerare: uno sforzo troppo blando difficilmente porterà ai risultati attesi.

L’esempio più comune è senz’altro quello della camminata veloce, ma la domanda allora è: quanto veloce? Come facciamo a sapere quando l’intensità è quella giusta?

Un modo molto pratico che non richiede strumento alcuno è quello di provare a chiacchierare – la palestra non è fatta anche per questo?

Bene, se riusciamo a parlare senza problemi allora non stiamo faticando abbastanza. Se invece riusciamo a parlare ma con qualche difficoltà  (senza tuttavia arrivare ad avere il “fiatone”) allora lo sforzo è adeguato.

Riusciremo quindi a bruciare grassi senza sforzi fisici eccessivi? Dov’è il trucco?

Il trucco c’è, ed è la durata dell’esercizio. Per avere una buona efficacia sulla massa grassa, infatti, l’attività aerobica deve essere protratta per almeno 40 minuti – un’ora a sessione.

Più che lo sforzo, serve dunque costanza, che ci permetterà anche di esercitarci con una frequenza adeguata (indicativamente 3 volte a settimana), arrivando così a un livello di allenamento adeguato, importante a sua volta per ottimizzare il consumo di massa grassa.

Per aiutare la nostra costanza, possiamo variare tra le alternative che la palestra ci propone come attività aerobica a moderata intensità: accanto ai più tradizionali – ma sempre validi – tapis roulant e cyclette, proviamo allora l’indoor walking, che ripropone al chiuso tutti i movimenti delle belle passeggiate all’aperto che ci attenderanno tra qualche mese, o qualche corso di gruppo di tipo aerobico, danza compresa!

Nelle palestre più complete, infine, non dimentichiamoci le attività in acqua: la piscina è un grande alleato della nostra forma fisica, con buona complementarietà rispetto alle attività a terra.

Per essere guidati sulle migliori scelte di attività fisica rispetto agli obiettivi che ci poniamo, è sempre opportuno rivolgersi a professionisti con una preparazione specifica, come i Fitness Trainer certificati ISSA Europe.