Questo sito web utilizza cookies tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza web e offrirti servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o per negare il consenso ai cookies clicca qui.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Autorizzo

Piante e fiori: i segreti per essere più felici e produttivi in ufficio

Vi siete mai chiesti come dovrebbe essere l’ufficio ideale? Fresco, ricco di colori vivaci, piante e fiori. Soprattutto se volete essere più produttivi e brillanti. Lo ha definito lo studio condotto da un team internazionale coordinato dall’Università di Exeter e di Cardiff, che ha coinvolto l’Università di Groeningen in Olanda e l’Università del Queensland in Australia. Altro che stanze asettiche e spartane. Se l’ufficio è allegro e soprattutto “verde”, la produttività aumenta di quasi il 15%. I ricercatori diretti da Marlon Nieuwenhuis della Cardiff University hanno indagato in modo particolare la percezione della qualità dell’aria in ufficio, il grado di concentrazione e di soddisfazione, la felicità connessa ai risultati raggiunti e i rapporti tra colleghi. Sono stati coinvolti i dipendenti di 3 uffici commerciali britannici e olandesi, valutando per un paio di mesi come cambiavano i parametri relativi a soddisfazione, felicità e produttività dei lavoratori a seconda della presenza o meno di piante ornamentali, della quantità e della disposizione del “verde”. Si è visto che le performance individuali di ogni singolo impiegato miglioravano quando su scrivanie, tavoli  e scaffali insieme a carte e pc facevano capolino piante e fiori. Questo, secondo i ricercatori, è dovuto a molteplici fattori di carattere psico-fisico e non solo.

 

In primis, le piante in ufficio migliorano la qualità dell’aria e il comfort termico dell’ambiente. Abbassano in particolare la concentrazione di biossido di carbonio e di polveri che possono depositarsi su pitture e tappezzeria  risultando dannose nel tempo (soprattutto se in alte concentrazioni). Anche il terriccio contenuto nei vasi e la sua innaffiatura regolare concorre in buona parte all’azione di purificazione degli ambienti, filtrando i cattivi odori e mantenendo ottimali il tasso di umidità e la temperatura: tutti fattori che negli uffici possono alterarsi a causa dell’uso di termosifoni o condizionatori, di un’inadeguata areazione degli ambienti, o a causa dell’elettrosmog provocato dall’accessione di lampade e dispositivi elettrici (monitor, tv, stampanti, ecc.).

 

infine l’armonia dei colori e dell’allestimento degli spazi verdi influisce positivamente sul nostro equilibrio psico-fisico, provocando una sensazione di benessere, che secondo i promotori dello studio, si traduce in meno stress sul lavoro e quindi maggior impegno e pro-attività: fattori indispensabili per favorire le interazioni tra colleghi e con i clienti.

Contrariamente all’opinione dominante quindi, avere uffici spogli e privi di attrattive non rende chi vi lavora più concentrato e meno distratto. Anzi, secondo gli studiosi creare un ambiente capace di offrire comfort e al tempo stesso nuovi stimoli è la chiave per aumentare la produttività e la felicità!