Questo sito web utilizza cookies tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza web e offrirti servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o per negare il consenso ai cookies clicca qui.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Autorizzo

Gym Etiquette in 7 regole: il galateo per il nostro ritorno in palestra

Luglio e agosto ci hanno regalato un paio di chili in più? Nessun problema: settembre è, come sempre, ben disposto a caricarseli sulle spalle e a portarseli via. Perché settembre, il mese delle ripartenze, ha il fisico di chi torna alla normale alimentazione, di chi ha voglia di iniziare qualcosa di nuovo, di chi, infine, torna in palestra con uno spirito rinnovato.

E per ricominciare ad allenarsi in un’atmosfera serena e produttiva, ecco la nostra “Gym Etiquette”: le 7 regole del galateo in palestra.

1. Abbigliamento dedicato

Cambiarsi in palestra dà un grosso vantaggio in termini di igiene, specialmente per quanto riguarda le scarpe: se arriviamo da fuori con le scarpe da ginnastica già ai piedi, sarà impossibile non sporcare il pavimento della palestra, dove un nostro compagno potrebbe poi ad esempio dover fare delle flessioni o sdraiarsi per gli addominali.

2. Senza profumo

Il profumo è qualcosa di molto personale, che può non piacere a chi si allena accanto a noi. Mescolato al sudore, inoltre, può dare un effetto niente affatto gradevole. Meglio quindi evitare, senza però rinunciare al nostro deodorante –evitandone tuttavia gli eccessi.

3. Borsa nell’armadietto

Quando ci siamo cambiati, è bene riporre il nostro borsone nell’armadietto. Portarlo in sala significa con elevata probabilità farlo finire, prima o poi, tra i piedi di qualche compagno impegnato nell’allenamento, con la certezza di disturbarlo e il rischio di farlo cadere. Un punto quindi di sicurezza, oltre che di bon ton.

4. Asciugamano personale

Se vogliamo tornare in forma dobbiamo sudare, questo è certo. Un asciugamano personale da stendere sui materassini o da usare durante l’esercizio è qualcosa di irrinunciabile.

5. Attrezzi puliti

Quando sudiamo anche gli attrezzi che stiamo utilizzando se ne accorgono. Perché non se ne accorga invece chi verrà dopo di noi, un gesto piccolo quanto indispensabile è quindi asciugarli con un panno, prima di passare all’esercizio successivo.

6. Riporre

Anche in questo caso, buone maniere e sicurezza: se ho utilizzato dei pesi non li lascerò in mezzo alla sala, dove diventeranno motivo di disturbo e di pericolo per i compagni, ma li riporrò nel loro scaffale, facendo attenzione a ordinarli secondo il loro peso. Lo stesso vale per tutti gli altri attrezzi.

7. Smartphone-free

Cogliamo l’occasione per emanciparci, almeno per la durata dell’allenamento, dal nostro amato smartphone. Scopriremo che la funzione anti-stress dell’attività fisica ne uscirà rinforzata. Rispondiamo solo in caso di effettiva urgenza e, meglio, uscendo dalla sala. Ascoltare conversazioni altrui è infatti cosa poco gradita in generale e, in particolare, da chi nell’attività fisica cerca un momento di stacco e di concentrazione.