Questo sito web utilizza cookies tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza web e offrirti servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o per negare il consenso ai cookies clicca qui.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Autorizzo

Il sole: un amico del nostro umore

Se preso in modo corretto e con un’adeguata protezione, il sole è un grandissimo alleato del nostro equilibrio psico-fisico. Numerosi studi sull’argomento hanno dimostrato che i raggi solari agiscono come un potente antidepressivo, attivando nel nostro organismo alcuni processi molto importanti e che stimolano una sensazione di benessere.

Per natura, la nostra esistenza ruota attorno al ciclo del giorno e della notte: la luce diurna scandisce le nostre giornate, l’oscurità il momento del riposo. Non è quindi un caso, se nelle giornate calde e luminose abbiamo più energia e più voglia di fare, rispetto ai giorni in cui il sole si nasconde alla nostra vista. Il nostro corpo, infatti, è sensibile agli impulsi della luce naturale, l’esposizione ai raggi del sole, in particolare, regola la diversa produzione di ormoni e neurotrasmettitori come la melatonina, la serotonina e le endorfine, che giocano un ruolo importante sul nostro umore e stato di salute.

Di giorno, quando siamo esposti alla luce naturale del sole (soprattutto a quella del primo mattino, dalle 8 alle 11), il nostro cervello produce una maggiore quantità di serotonina: quest’ormone, definito anche “ormone della felicità”, ha effetti immediati sul nostro umore: con un’alta concentrazione di serotonina ci sentiamo più carichi emotivamente e affrontiamo con più entusiasmo le varie attività quotidiane.

Al tramonto e di notte al contrario, il cervello avverte l’assenza di luminosità e converte questo processo, producendo la melatonina, che ha la funzione di predisporre il corpo al riposo, abbassando la temperatura corporea e regolando il ritmo cardiaco. La melatonina prodotta dal nostro corpo è un calmante naturale e ci consente un sonno lungo e ristoratore.

Sono proprio questi processi a regolare quello che chiamiamo ciclo sonno-veglia o ritmi biologici. Si tratta di un fenomeno importante attivato dal nostro organismo per preservare ogni sua funzione, a partire dalle nostre capacità intellettive cioè il ragionamento, l’apprendimento, la memoria.

Ma il contributo della luce solare non si esaurisce qui. E’ infatti documentato che il sole riduce i livelli di stress stimolando il rilascio di endorfine, sostanze che agiscono alleviando la sensazione di ansia o stanchezza, incrementa le difese del sistema immunitario e ci aiuta a preservare la salute delle ossa, grazie alla sintesi della vitamina D, fondamentale per l’assorbimento del calcio.

Quindi via libera a una corretta esposizione al sole, soprattutto nelle ore del mattino.