Intestino e difese immunitarie

Il nostro intestino è un organo fondamentale non solo per le funzioni cui tutti immediatamente pensiamo, ma anche per le nostre difese immunitarie.

Potrete aver letto, ad esempio, che gran parte del nostro sistema immunitario risiede nel nostro intestino: ma cosa significa esattamente questo?

Per capirlo meglio, approfondiamo insieme cos’è il GALT, quell’insieme di cellule appartenenti al sistema immunitario che si trovano effettivamente associate proprio alla parete intestinale.

Il GALT, acronimo inglese della definizione tessuto linfoide associato all’intestino, combatte quanto di potenzialmente dannoso per l’organismo entri in contatto con il nostro intestino provenendo dall’esterno, germi patogeni in primis. Trattandosi di una battaglia, non sorprenderà quindi che il GALT disponga di una squadra “di ricognizione” e di una squadra “di azione”.

La prima è rappresentata dalle cosiddette placche di Peyer, costitute da aggregati di linfociti (noduli linfatici) che hanno il compito di “irretire” tutto ciò di potenzialmente dannoso con cui vengono in contatto, in modo da “disarmarlo” prima che entri in circolo. Le placche di Peyer interiorizzano quindi il nemico e organizzano delle risposte immunitarie adatte a quel patogeno, in modo che la squadra “di azione” possa poi fornire la migliore risposta d’attacco.

Tale squadra è costituita da linfociti e plasmacellule distribuiti nella mucosa intestinale che riveste la parete, e che hanno il compito di produrre anticorpi contro i potenziali pericoli.

Tornando a parlare di intestino in numeri, possiamo dire che ben l’80% di tutte le plasmacellule capaci di produrre anticorpi IgA si trovano associate alla mucosa della parete intestinale, e che il 70% delle cellule che compongono il nostro sistema immunitario è in dotazione al nostro intestino1.

E se il GALT è un plotone di difesa fondamentale per il nostro organismo, va anche detto che esso fa parte di un esercito più ampio che abbraccia tutte le mucose, ovvero tutti i punti di interfaccia tra il nostro organismo e l’ambiente esterno. Si tratta del MALT (acronimo inglese per tessuto linfoide associato alla mucosa), che – oltre al GALT – dispone di altre componenti come il BALT per le vie aeree e, in particolare, trachea e bronchi, il NALT per le vie nasali, il LALT per la laringe, il SALT per la pelle, organo particolarmente esposto, e infine l’EALT, tessuto linfoide associato agli occhi e collegato con la congiuntiva.

Tornando all’intestino, una componente aggiuntiva che supporta il ruolo immunitario di quest’organo è rappresentata dal microbiota, il cui stato di equilibrio è stato ampiamente studiato in questo senso.