Yakult Plus è la bevanda di latte scremato che contiene almeno 20 miliardi di L. casei Shirota, gli esclusivi fermenti probiotici di Yakult che favoriscono l’equilibrio della flora intestinale.

In aggiunta ai miliardi di LcS, l’esclusivo fermento probiotico di Yakult,  Yakult Plus contiene le FIBRE e la VITAMINA C, che contribuisce al buon funzionamento del sistema immunitario*.

Yakult Plus ha il 69% in meno di zuccheri di Yakult e contiene un edulcorante di origine naturale estratto dalle foglie della stevia**.

Prova il gusto nuovo di Yakult PLUS!

* Nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita sano, una bottiglietta di Yakult Plus al giorno fornisce il 15% dei valori nutritivi di riferimento di vitamina C.

** Edulcorante: glicosidi steviolici

La Vitamina C

La vitamina C rientra tra i nutrienti essenziali per l’uomo. Il nostro organismo non è in grado di produrla da sé ed è per questo motivo che è importante introdurla con la nostra dieta.

Tra le principali proprietà della vitamina C, la più conosciuta è senz’altro la sua capacità di contribuire al buon funzionamento del sistema immunitario, il complesso sistema che ci difende grazie al coordinamento e alla comunicazione tra elementi molto diversi tra loro distribuiti in vari distretti dell’organismo.
Il sistema immunitario è infatti composto da organi come milza e timo (ma anche l’intestino!), da cellule specializzate come ad esempio i linfociti e da molecole specifiche come gli anticorpi, in grado di intervenire in maniera organizzata in caso di infezione da parte di agenti patogeni come batteri o virus.
Per mettere un po’ d’ordine in questo grande insieme, si parla in generale di due tipologie di risposta immunitaria, quella innata e quella adattativa. La prima riguarda quei componenti del sistema immunitario che forniscono la prima risposta, indipendentemente dal fatto che il nostro organismo abbia già “incontrato” quello specifico patogeno che vuole infettarci. La seconda è invece una risposta più specifica che il nostro organismo ha imparato ad attivare in seguito ad un precedente contatto con quello specifico patogeno.
Interessante notare che alla vitamina C è riconosciuto un ruolo sia sull’immunità innata che su quella adattativa.

La vitamina C è inoltre un importante antiossidante (aiuta a proteggere le cellule dallo stress ossidativo) e favorisce l’assorbimento del ferro.

Molti frutti (ribes nero, kiwi, papaya, fragole, arance, limoni) e molti ortaggi (peperoni, cime di rapa, cavoletti di Bruxelles, broccoli) sono ricchi di vitamina C, ma alcune abitudini di acquisto, conservazione o cottura ce ne fanno assumere in realtà meno di quanto potremmo pensare.

La vitamina C è infatti altamente deperibile: teme l’aria, la luce ed il calore. Questo significa che, per minimizzarne la perdita, dovremmo consumare gli alimenti scelti il più freschi possibile, crudi (in media viene perso in cottura il 56% della vitamina C contenuta), non surgelati e non in scatola (gli ortaggi in scatola subiscono una sterilizzazione in condizioni di temperatura elevata).