Questo sito web utilizza cookies tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza web e offrirti servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o per negare il consenso ai cookies clicca qui.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Autorizzo

Pasqua, creatività in famiglia: coloriamo le uova con spezie, frutta e verdura

L’usanza di donare uova all’inizio della primavera come buon augurio per il risveglio della natura risale ai popoli antichi: lo si ritrova infatti nelle tradizioni persiane, da cui si espande poi all’Egitto, alla Grecia, per arrivare fino in Cina.

Con l’avvento del Cristianesimo il simbolo dell’uovo come ritorno alla vita viene associato alla celebrazione della Pasqua: al significato di rinascita per il susseguirsi delle stagioni si aggiunge quindi quello religioso.

La decorazione delle uova pasquali ha inizio invece dal Medioevo.

Da qui in poi, accanto alle uova naturali cominciano ad apparire anche quelle realizzate in altri materiali, via via più preziosi fino ad arrivare, a fine Ottocento, alle uova Fabergé: in queste uova-gioiello della Russia degli zar compare per la prima volta l’idea di una sorpresa, da nascondere all’interno.

Il secolo scorso ha rivisto infine la tradizione delle uova pasquali con una novità che si è meritata un successo universale: la nascita delle uova di cioccolato, per maggiore soddisfazione dei nostri palati.

Torniamo ora alla decorazione delle uova per farne un momento di creatività, di benessere in famiglia e, al tempo stesso, per cogliere l’occasione di far scoprire ai nostri bambini un lato inedito e divertente della frutta e della verdura: le useremo infatti, insieme a qualche spezia, per ottenere i colori in cui immergere le nostre uova sode.

Per un bel colore rosa acceso, ad esempio, fate bollire 3 – 4 etti di lamponi (vanno bene anche surgelati) in mezzo litro d’acqua per 5 minuti, e aggiungete poi il succo di mezzo limone. Se invece dei lamponi utilizziamo la barbabietola rossa, avremo una tinta più scura e intensa, mentre con le bucce delle cipolle rosse avremo un rosa più delicato.

Con la stessa procedura, dai mirtilli surgelati otterremo un bel blu violaceo, mentre da due cucchiaini di curcuma o di paprika avremo rispettivamente un bel giallo e un allegro arancione.

Il verde lo otterremo mettendo a bollire una manciata di spinaci, oppure mescolando il blu e il giallo che già abbiamo preparato.

E per il marrone, ci sarà d’aiuto qualche cucchiaino di caffè solubile.

Mettiamo ogni colore in una ciotola diversa, e immergiamoci le uova appena fatte rassodare, ancora ben calde.

Facciamo raffreddare completamente le uova lasciandole immerse nel colorante, estraiamole e facciamole infine asciugare su carta assorbente.

Ora siamo pronti per comporre un bel cestino colorato da portare sulla tavola del giorno di Pasqua, dove le nostre uova accompagneranno con allegria la tradizionale insalata novella.