Questo sito web utilizza cookies tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza web e offrirti servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o per negare il consenso ai cookies clicca qui.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Autorizzo

Sport durante la gravidanza: i consigli degli esperti

Lo sport è un toccasana per il benessere femminile e deve essere sempre praticato durante tutte le fasi della vita compresi i nove mesi più delicati. Secondo un recente studio del gruppo di ricerca dell’Università Canadese di Alberta, svolgere un po’ di movimento durante la gravidanza, riduce il rischio di dover ricorrere al taglio cesareo. Gli studiosi d’Oltreoceano hanno analizzato 28 precedenti indagini su un totale di 5.322 donne in dolce attesa, rilevando come un’attività ginnica adeguata alle loro condizioni diminuisca del 20% le complicazioni in sala parto che richiedono l’intervento chirurgico, e addirittura del 31% la possibilità di mettere al mondo un bimbo con un peso eccessivo.

Il nuoto è tra gli sport maggiormente consigliati alle future mamme, poiché l’acqua permette lo svolgimento degli esercizi in maniera naturale senza carichi e con la massima fluidità. Ottimi anche lo stretching, alcune posizioni dello yoga e del pilates. Sono invece da evitare le attività aerobiche intense come la corsa o lo step, gli sport di lotta e combattimento e quelli che comportano possibili cadute come il ciclismo, lo sci, l’equitazione e le attività che richiedono rapide variazioni di postura e della richiesta di ossigeno, come per esempio il tennis.

L’attività fisica, se adeguata alle condizioni, è dunque molto utile per il benessere generale della futura mamma, tuttavia l’importante è non esagerare. Gli eccessi potrebbero essere pericolosi, perché possono causare traumi e infortuni, e soprattutto ridurre la portata di ossigeno al nascituro. Inoltre, una donna in gravidanza, dovrebbe monitorare attentamente anche l’intensità dello sforzo e il ritmo cardiaco durante gli allenamenti.

Sempre nei novi mesi di gestazione, sottolineano gli studiosi, la donna ha bisogno di una quota calorica maggiore sia per la formazione di nuovi tessuti da parte del feto, della placenta e dell’utero, sia per l’aumento della sua massa sanguigna. Alle future mamme sportive è, perciò, consigliato aumentare le dosi giornaliere di calcio, fosforo, proteine, vitamine, acido folico e ferro, ma sempre sotto controllo medico. Assolutamente sconsigliati, invece, pericolosi vizi come fumo e alcol.

Fonti:

1. Obstetrics&Gynecology. May 2015 – Volume 125 –Issue 5 –pp. 1185-1194. The Effect of Supervised Prenatal Exercise on Fetal Growth: A Meta-analysis. Wiebe, Henry W. BSc; Boulé, Normand G. PhD; Chari, Radha MD; Davenport, Margie H. PhD

2. Contributo del prof. Paolo Scollo, Presidente Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia per Il Ritratto della Salute News