Vero o Falso: alimenti detox

Se, passata l’Epifania e in vista del Carnevale, avete eletto febbraio il vostro mese-detox, la buona notizia è che – per il vostro scopo – non necessitate di nulla di diverso dal solito.

Le diete detossificanti non hanno infatti fondamento alcuno, innanzitutto per il fatto che a tutelare il nostro organismo da potenziali sostanze ci sono diversi organi di cui disponiamo: fegato e reni in primis, ma anche intestino e polmoni.

Vediamo ora insieme qualche vero o falso su alcune delle affermazioni che troviamo in genere quando si parla di diete detox.

1. Con la dieta detox perdi peso

Vero, ma non per un effetto detox.

Spesso le diete proposte come detox portano a un generale dimagrimento, che può dare l’illusione che esse stiano “funzionando”. Il calo di peso non è tuttavia dovuto a un processo di eliminazione delle “tossine” (e non potrebbe esserlo: tossicità e aumento di peso non hanno nessuna relazione tra loro), ma al fatto che, solitamente, queste diete sono a contenuto calorico decisamente ridotto. Insieme alle calorie, è bene puntualizzarlo, queste diete spesso sono molto carenti in importanti nutrienti come grassi e proteine, essendo generalmente basate su grandi quantità di tisane accompagnate da un po’ di frutta, verdura e quantità assai ridotte di altri alimenti.

2. Esistono alimenti che possono aiutare l’organismo nella sua funzione di detossificazione

Vero, secondo dati tuttavia ancora preliminari.

Per alcuni alimenti ci sono dati, ottenuti da studi sull’uomo con quantità effettivamente consumabili, che suggeriscono un possibile contributo da parte loro al normale funzionamento dei meccanismi fisiologici con cui il nostro organismo ci difende da sostanze potenzialmente nocive.

Questi alimenti comprendono ad esempio la famiglia dei cavoli e dei broccoli (crucifere), carote e frutti e ortaggi con un buon contenuto di quercetina, come ad esempio mele, albicocche, mirtilli, cipolle.

Questi dati sono tuttavia da prendere con grande cautela, in quanto la ricerca in questo campo è a oggi ancora molto limitata. Tra gli aspetti non noti, ad esempio, la possibilità che a quantità ingerite diverse corrispondano effetti anche molto diversi se non opposti, e l’eventualità che – per motivi genetici – i risultati possano essere molto variabili tra individui differenti.

3. Per non accumulare tossine dobbiamo adottare una specifica dieta detox

Falso.

Come sempre quando si parla di abitudini alimentari, è la somma che fa il totale: anche gli alimenti listati sopra vanno quindi inseriti – e certamente non solo per questa loro possibile proprietà – in una dieta il più varia possibile, che non ecceda in calorie e sia composta in maniera prevalente da alimenti di origine vegetale. È bene inoltre, tra gli alimenti di origine animale, privilegiare il pesce sulla carne e limitare il consumo di formaggi e insaccati. In una parola, la dieta mediterranea.